the original source tubegalore

News

stemma comune di trento

Note Redazionali Il centro dello scudo è caricato da una pianta di rovere sorgente da pianura solcata dal fiume Adige, Partito: il PRIMO di rosso rigato verticalmente d'oro, caricato da lettera R maiuscola d'oro; il SECONDO d'azzurro all'abete d'oro sorgente da un pendio di verde solcato da un rivo d'argento, Partito di rosso e d'argento, caricato nel cuore da uno scudo dell'uno all'altro, avente nel cantone sinistro del capo un fascio di cinque verghe d'oro legato in fascia dello stesso, attraversato in banda da un'aquila rivoltata, partita d'azzurro e d'argento, inchiavata in dodici pezzi, spiegata in volo, debordante d'argento al rosso, d'azzurro all'argento, Semipartito troncato: nel PRIMO d'azzurro alla chiesetta d'argento; nel SECONDO di rosso alla seggiola impagliata del medesimo; nel TERZO trinciato d'argento e di verde a due dischi posti in sbarra, dell'uno nell'altro, Drappo rettangolare trinciato di verde e di bianco del rapporto di 5/7, coronato al bilico da 5 merli guelfi e terminante al ventame con 5 analoghi piccoli pendoni, bordato e frangiato d'argento, recante al centro lo stemma comunale, munito dei suoi ornamenti sovrastante la dicitura ricamata in argento "Comune di Sagron Mis" disposta su tre righe, il bilivo unito all'asta, ricoperta da una guaina in velluto alternativamente bianco e verde disposto a spirale, da un cordone a nappe, d'argento, Partito, il primo di bianco e il secondo di azzurro, caricato nel centro di un gufo d'oro, ornato superiormente con corona civica di Comune. Corona: Murale di Comune. Due fronde di alloro e di quercia, intrecciata alla base, che le fanno corona, Vessillo rettangolare, partito di bianco e di azzurro del rapporto di 5/7, terminante al bilico in tre merli guelfi ed in punta secondo tre pendoni scalari, ornato e frangiato d'argento, portante al centro lo stemma comunale munito dei suoi ornamenti e la sovrastante dicitura, in argento "Comune di Vallarsa". La faccia posteriore del drappo di seta è suddivisa in sette bande verticali di uguale lunghezza, colorate, da sinistra nell'ordine, in arancione, verde, rosso, azzurro, arancione, giallo e verde: esse richiamano i colori della bandiera dell'antica Regola di Tesero, alla quale apparteneva (insieme con quella di Ziano) anche la "Villa di Panchià", Scudo appuntato. Contatti, Comuniweb.net L'asta è di acciaio con cravatta e nastri tricolorati dai colori nazionali. - Le parti metalliche del gonfalone, le frange, i cordoni, le bullette, oltre che l’iscrizione, sono argentati, Di rosso alla rosa araldica stilizzata a 4 petali d'argento con androceo e sepali d'oro, D'argento all'albero di melo sradicato e fruttato di otto, al naturale, coi rami passati in doppia croce di Sant'Andrea, Cinto della corona civica ed adorno dell'alloro, è diviso in due campi e raffigura a sinistra, sullo sfondo azzurro il profilo stilizzato della cascata Lares e a destra il rosso del giglio Martago, Scudo suddiviso verticalmente in due parti: a sinistra, su campo argento, un abete su pendio al verde; a destra, su campo azzurro, una vetta stilizzata all'argento, Drappo rettangolare cadente, partito azzurro e argento; lato inferiore con tre code ornate di arabeschi e di frange; caricato nel centro dallo stemma comunale contornato dall'iscrizione centrata "Comune di Mazzin" e da corona di rami di lauro e di rami di quercia - asta in metallo argentato, Scudo angolato d'azzurro alla torre rotonda color marrone, fondata su montagna di verde con tre merli alla sommità, con tre finestre aperte e con porta medesimamente aperta, una stella a sei punte per parte di detta torre e nella sommità della medesima una bandiera mezza bianca e mezza rossa, Partito d'azzurro e d'argento; nel PRIMO la caratteristica lontra del Primiero, d'argento; nel SECONDO San Giorgio nella sua iconografia, appiedato, armato d'oro, ornato da un mantello fiammeggiante di rosso, trafiggente il dragone di verde crestato di rosso, D'azzurro allo scaglione d'argento, accompagnato in punta da un monte di tre colli di verde, sormontato da una corona d'oro. Lo scudo sarà fregiato della corona di Comune, Drappo rosso, caricato dello stemma araldico, con l'asta, cravatta e nastri tricolorati dai colori nazionali, D'azzurro a sette torri quadrate contigue coperte a cuspide, cimate da sferette, finestre di rosso, su quattro scarpate fondate su una muraglia movente dalla punta, il tutto d'oro, Drappo di colore azzurro, con scudo centrale che riporta su fondo azzurro un castello di sette torri d'oro. Ornamenti esteriori da Comune, Scudo sannitico tagliato il primo d'oro ai tre pini al naturale alle tre cime di monte in violetto; il secondo di verde all'orso bruno al naturale, magno cum robore quercus ingentes tendet ramos, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Armoriale_dei_comuni_della_provincia_di_Trento&oldid=116561590, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Lo stemma della provincia autonoma di Trento è costituito da uno scudo di color argento con l'aquila di San Venceslao, simbolo della città di Trento Blasonatura Stemma. Drappo d'azzurro con decorazioni color oro... Trinciato: nel 1º d'argento al leone di rosso linguato dello stesso. Scudo interzato in pergola rovesciata: d'oro, d'azzurro e di verde caricato di cinque stelle d'argento, sormontato da uno scaglione d'argento dal quale in punta nasce la lettera P maiuscola di nero. Sotto: d'azzurro seminato di sette bisanti d'argento, attornianti tre conifere rosse a triangolo discendente. Le torri sono sormontate da un cavallo bianco rampante. google_ad_client = "ca-pub-2455103753478289"; Ornamenti esteriori di città, Drappo di colore azzurro riccamente ornato da ricami d'argento e caricato dallo stemma del comune con l'iscrizione centrata in argento "Città di Arco" e sotto il motto "Summa libertas". Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. 28 gennaio 2011, pur proponendo un rettangolo che nella parte inferiore è delineato come se ne fosse stata tagliata la punta, Abete in campo azzurro sormontato da cinque stelle, Drappo del rapporto di 1:2, partito d'azzurro e di rosso, terminante in tre code appuntite, frangiate d'argento, pendente da un bilico sospeso mediante argentei cordoni ornati di analoghe nappe, caricato al centro dello stemma comunale munito dei suoi ornamenti sovrastato dalla dicitura in argento, convessamente disposta «Comune di Croviana». /* comuniweb 300 x 250 */ Ornamenti esteriori di Comune: le fronde in decusse legate da un nastro d'azzurro con svolazzi ritorti. Sul nastro il motto in lettere nere: «Ex fructibus arbos», D.P.G.P. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto dei colori del drappo, alternati, con bullette dorate poste a spirale. A forma di bandiera con drappo rettangolare rosso vermiglio, terminante al bilico in 4 merli guelfi ed in punta in tre pendoni dei quali maggiore il centrale, recante al centro un riquadro bianco ricaricato dello stemma comunale e accantonato in ciascun angolo del grappolo d'uva dello stemma. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 25 feb 2018 alle 21:15. del 6 maggio 1930Gonfalone talvolta in uso: Drappo interzato in fascia, di giallo di azzurro, di giallo; la fascia bianca caricata dello stemma comunale, Di rosso al San Floriano nella sua tradizionale iconografia sopra una campagna di verde, Due orsi che bevono a una fontana con zampillo verticale, con sfondo rosso su prato verde. Comune di Trento. //-->,