the original source tubegalore

News

la storia di santa patrizia

Il miracolo del sangue è legato alle “gesta” di un cavaliere romano. La storia della sua vita è stata scritta da un prete che celebrava la S. Messa tra le suore che erano state compagne di viaggio di S. Patrizia e, si dice, infatti, che Ella era una vergine di Costantinopoli, vissuta nel secolo VII, forse nipote dell’Imperatore Costante (668-685). Il suo nome è invocato nelle litanie dell’Ordo ad ungendum infirmos del secolo VII, Ordo conservato nel Monastero di S. Gregorio Armeno. Vi, La Cassa Armonica della Villa Comunale di Napoli (, Terme Romane di Agnano, lungo l’antica strada tr, La Chiesa di Sant Eligio Maggiore, con il suo fam, Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco, la, Statua della Madonna di Piedigrotta, nei secoli è. Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Studio Ghibli: cosa si nasconde nei suoi film. A Roma avrebbe ricevuto il velo dalle mani del Papa di allora. Santa Patrizia: il miracolo del sangue e altri prodigi, https://it.aleteia.org/2017/06/13/12-fenomeni-inspiegabili-corpi-incorrotti-santi/, I gladiatori, le “leggende” dell’antica Roma, La statua equestre di Marco Aurelio: il gioiello del Campidoglio. La storia vuole che Patrizia, nipote dell’imperatore Costantino II il Grande, secoli fa giunse naufraga presso l’isoletta di Megaride, oggi Castel dell’Ovo a Napoli, dopo aver rinunciato al lusso familiare ed essersi allontanata da un matrimonio forzato. L’onomastico di Patrizia si festeggia il 25 agosto in ricordo di santa Patrizia di Costantinopoli, che secondo la leggenda sarebbe stata una discendente dell’imperatore Costantino. Piazza Trieste e Trento e la Fontana del carciofo, Piazza Bellini e le mura greche di Neapolis, Accordi@Disaccordi 2020, il Festival del Cortometraggio tutto online, Battistero paleocristiano di Santa Maria Maggiore, Nocera Superiore (SA). Le fonti sulla vita di santa Patrizia sono perlopiù scarse e leggendarie. L'accesso ai contenuti del sito e l'utilizzo dei servizi implica l'accettazione dell'utilizzo dei cookie. La versione più comune è che fosse una discendente del grande imperatore Costantino, nata a Costantinopoli. Ti ricordiamo che potrai cancellarti in qualsiasi momento se le informazioni non risulteranno di tuo interesse. (adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({}). S. Patrizia, dunque, resta viva nella tradizione Napoletana e il culto di millecinquecento (1500) anni non si può cancellare. Necessary cookies are absolutely essential for the website to function properly. -      il Culto: dal momento della sepoltura di S. Patrizia (metà del secolo VII) nacque un rilevante culto verso di lei, perché nella metà del secolo XII, cioè ne 1148, il Monastero dei Santi Nicandro e Marciano ove era stata piamente tumulata, venne denominato con i titoli di “S. Il desiderio di mettere a contatto con S. Patrizia per comporre un quadro esatto della sua vita potrebbe indurci a camminare sul fragile terreno della leggenda per mancanza di documenti contemporanei alla sua presenza a Napoli. Giunte a Roma, la giovane poté consacrare il suo voto di verginità, motivo della sua fuga: Papa Liberio le donò il velo verginale, simbolo del matrimonio e dell’unione con Gesù Cristo. Proprio come per San Gennaro, il popolo può assistere e devolvere le sue preghiere al miracolo patriziano, alla liquefazione del sangue, che consuetudinariamente si compie ogni 25 Agosto – probabile data di morte della sposa di Cristo oppure dell’atto compiuto dal nobile o ancora giorno della sua ricorrenza liturgica – e ogni martedì, giorno tradizionalmente attribuito per chiederle una grazia (infatti, ogni volta la celebrazione messale delle ore 9.30 termina con l’esposizione delle ampolle in attesa del miracolo). La storia della sua vita è stata scritta da un prete che celebrava la S. Messa tra le suore che erano state compagne di viaggio di S. Patrizia e, si dice, infatti, che Ella era una vergine di Costantinopoli, vissuta nel secolo VII, forse nipote dell’Imperatore Costante (668-685). Chi desidera, può contribuire ad uno dei progetti missionari con un gesto di solidarietà: Conto postale n. 25162801 intestato a:Suore Crocifisse Adoratrici dell'Eucarestia Missione M. Pia Notari, Copyright © All rights reserved. L’estrazione del dente provocò la fuoriuscita innaturale del sangue dalla bocca del corpo, puro e inerme. Forse non tutti sanno che Napoli non ha un solo Santo Protettore, ma ben 52 ed uno di essi è Santa Patrizia. Anche il suo sangue, come quello del più famoso San Gennaro, è solito sciogliersi miracolosamente. Nonostante sia una ricorrenza comune nella vita dei santi e dei beati, il popolo partenopeo resta fedele e memore anche a questo fenomeno. Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.Codice HTML non è permesso. Patrizia morì giovane e le sue spoglie, dopo essere state custodite a Castel dell’Ovo, nel 1864 furono traslate nella chiesa di San Gregorio Armeno, notoriamente conosciuta come Chiesa di Santa Patrizia. Secondo una leggenda, un Cavaliere afflitto da enormi sofferenze e da tempo prostrato da atroci sofferenze, sia andato a pregare sulla tomba di santa Patrizia (morta cento anni prima). Tornò in Patria e seppe della morte del padre, Veleggiando verso l’Italia, dopo un viaggio in Palestina, sarebbe approdata a Napoli ed accolta al Castel dell’Ovo e lì avrebbe finito i suoi giorni. L'utilizzo dei cookie concorre al buon funzionamento di questo sito e favorisce il miglioramento dei servizi offerti all'utente. Il culto patriziano è legato a innumerevoli eventi prodigio, fra questi è opportuno ricordare il trasudamento della manna: le pareti sepolcrali rilasciano una sostanza liquida. Santa Patrizia, le cui reliquie sono venerate nella splendida chiesa barocca di San Gregorio Armeno, è la protettrice di Napoli e anche lei scioglie il sangue il 25 agosto, giorno della sua morte. Nelle tue foto usa l'hashtag #napolituristica Sebbene poco sappiamo dell’infanzia e dell’adolescenza di S. Patrizia Ella è particolarissima a Napoli: è la Santa più amata e più venerata. Testata giornalistica registrata al Tribunale di Napoli, autorizzazione 22 del 21/04/2015. Per tutti i devoti e curiosi, la Santa è nota alla tradizione italiana come protettrice di tutte le fanciulle, come custode delle donne partorienti e, forse per il suo arrivo a Napoli dall’alone mitico, è conosciuta anche come la protettrice dei navigatori. You also have the option to opt-out of these cookies. Santa Patrizia: la storia La vita di Santa Patrizia è un miscuglio di luci e ombre, perché poche e scarne sono le fonti, che illuminano la sua nobile esistenza. |  Designed by Vicis.it. Le spoglie mortali della santa sono tuttora conservate in un’urna d’oro e d’argento ornata di gemme ed esposta ai fedeli. Ricordiamo la Patrona di Napoli attraverso le parole di Monsignor Enrico Cirillo, estrapolate dalle Riviste “Un Servizio D’Amore- La voce di S. Patrizia” del marzo e agosto 2002, di cui lo stesso Cirillo fu Direttore Responsabile. Indirizzo: Via San Gregorio Armeno 1 80138, Napoli seguire il cuore o le formule matematiche? Ella nacque a Costantinopoli nel 350 d.C. e fin da giovane fece voto di verginità. Per gli appassionati dell’etimologia dei nomi, l’articolo si chiude con un breve accenno alle origini del nome Patrizia: derivando dal latino Patricius, discendente da patres, indica – con il chiaro rimando ai “padri”- l’appartenenza al senato e quindi alla originaria stirpe nobile. Fu educata secondo i canoni elitari, tipici delle famiglie aristocratiche, affidandola alle cure e agli insegnamenti della nutrice Aglaia. Warcraft – L’inizio, analisi del film e dei rapporti con il... Mengele: il responsabile degli orrori scientifici di Auschwitz, La prima guerra d’indipendenza e il ’48 in Italia. La vita di Santa Patrizia è un miscuglio di luci e ombre, perché poche e scarne sono le fonti, che illuminano la sua nobile esistenza. Il viaggio verso la Terra Santa fu impedito da una tempesta così veemente, tale da far naufragare la nave che l’ospitava presso l’isolotto di Megaride, dove oggi sorge Castel Dell’Ovo. A differenza della liquefazione del sangue che scientificamente non è stata provata e non può essere negata; in questo caso cosa fare? Nel cuore di Napoli una nobile giovane, Patrizia, donò ai bisognosi i suoi averi e testimoniò con la vita le sue nobili virtù. Abbiamo poi un’altra incontestabile testimonianza: il 28 ottobre del 1625, S. Patrizia fu inclusa tra i Santi Compatroni di Napoli e la sua statua d’argento venne collocata nella Cappella del Tesoro di S. Gennaro ed esposta alla venerazione dei fedeli insieme alle altre 50 statue dei Santi Compatroni della città. Soppresso il monastero dove abitava con le sue ancelle, che seguirono, probabilmente il carisma delle Benedettine, ed espulse le suore, si trasferirono e si riunirono alla suore di S. Gregorio Armeno e portarono con loro il Corpo e il Sangue di S. Patrizia. Per scoprire Napoli e la Campania tra turismo, arte e cultura..., © 2020 Designed by Albacom Services - Boccalatte Lucio SIRET 523 781 466 00017 Code APE 7021Z. Quando si ritrova solo, in un eccesso di venerazione, dischiude l’urna ed estrasse un dente dalla bocca. Orari: Lunedì/Venerdi 09-12 – Sabato/Domenica 09-13. La fanciulla non ebbe avuto una vita semplice a causa dei genitori, che desideravano unirla in matrimonio con l’imperatore Costante II. Fede o scienza in questo caso? Dire di più sarebbe cadere nelle storie fabulose che non giovano al culto della Santa. These cookies will be stored in your browser only with your consent. Per essere sempre aggiornato sulle news, gli eventi in programmazione, lo sviluppo di progetti... iscriviti alla newsletter. This website uses cookies to improve your experience while you navigate through the website. Commemorazione di Santa Patrizia del 25 agosto 2018, Festa liturgica di Santa Patrizia - 25 agosto 2017, Recita di Natale nella scuola di Santa Patrizia, Centenario della nascita al cielo della Venerabile M. Pia Notari », Memoria liturgica della Beata Maria della Passione, Anniversario della morte della Fondatrice, Anniversario di Beatificazione della Beata Maria della Passione, Anniversario della nascita di Madre Maria Pia, Fondatrice, Suore Crocifisse Adoratrici dell’Eucaristia. La donna, accolta dai monaci basiliani, operò, anche qui, per aiutare i bisognosi. «A Napoli si vive di miracoli». Any cookies that may not be particularly necessary for the website to function and is used specifically to collect user personal data via analytics, ads, other embedded contents are termed as non-necessary cookies. Inserito da Lucio | 18 Feb, 2019 | Cultura e Tradizioni. E’ vero che poco dicono gli storici su Santa Patrizi, ma molto dicono invece gli umili che hanno saputo trarre dalla tradizione una immagine valida a celebrarne il culto insieme al desiderio di imitarne le virtù. A differenza del miracolo di San Gennaro (avviene 3 volte l’anno), il miracolo di santa Patrizia è assai più frequente. It is mandatory to procure user consent prior to running these cookies on your website. Ogni martedì e specialmente nel giorno della sua festa liturgica, il 25 agosto, una folla di oltre mille fedeli accorre da tutta la città e dalla campagna e si accosta all’Eucaristia, dopo avere celebrato il Sacramento della Riconciliazione, amministrato da decine di sacerdoti che spontaneamente accorrono per assolvere a questo sacro avvenimento. Out of these, the cookies that are categorized as necessary are stored on your browser as they are essential for the working of basic functionalities of the website. Altri progetti Nel 1625 fu dichiarata Compatrona di Napoli e la sua statua d’argento fu collocata nella Cappella del Tesoro di S. Gennaro il 6 aprile 1642. Essa pura e cristallina è per materia e per forma molto simile all’acqua. This category only includes cookies that ensures basic functionalities and security features of the website. La storia di Santa Patrizia e del suo miracolo, compatrona di Napoli e protettrice delle single. S. Patrizia fu tanto venerata, fin dai tempi antichi, e il suo culto superò la memoria dei Santi Nicandro e Marciano al punto che la Chiesa e la strada presero il suo nome. Con grande stupore dalle gengive della santa usci a fiotti sangue caldo, che venne subito raccolto e messo in due ampolle. Nicandro, Marciano e Patrizia”. C’è chi preferisce lasciarsi persuadere dalle fredde leggi razionali che riducono l’evento a fattori di umidità; e poi c’è chi sente e vede con il cuore, talvolta ingannando anche se stesso, che vuole scorgervi un segno divino, che sia per disperazione o per fede. A causa di eventi bellicosi, nel 1864 le reliquie sacre furono spostate nella Chiesa di San Gregorio Armeno, dove tutto’ora sono custodite all’interno di un’urna, bagnata in oro e in argento, impreziosita da gemme: Le spoglie, rivestite in cera, qui riposano, in custodia delle Suore Crocifisse Adoratrici dell’Eucarestia.”. Write CSS OR LESS and hit save. CTRL + SPACE for auto-complete. We also use third-party cookies that help us analyze and understand how you use this website. Conosciamo il luogo del suo approdo a Napoli e i vari luoghi ove il suo corpo è stato successivamente traslato fino all’ultima degna “Cappella” nella monumentale Chiesa di S. Gregorio Armeno. In molte occasioni si può assistere alla liquefazione del sangue, il fenomeno si ripete anche in occasione della ricorrenza della Santa, il 25 di agosto. Ogni martedì mattina, infatti, nella Chiesa di San Gregorio Armeno, la celebrazione delle ore 9.30 si conclude con l’esposizione del suo sangue. But opting out of some of these cookies may affect your browsing experience. Al culto di Patrizia è legato il prodigio della liquefazione del sangue, simile a quello di San Gennaro, che avrebbe avuto luogo negli anni in modi e tempi diversi, ma secondo la tradizione, i martedì e il giorno della festa di Santa Patrizia, il 25 agosto. Se continui ad utilizzare questo sito accetti i cookie installati. La ricordiamo perché sia modello di vita per la nostra gioventù partenopea e la invochiamo come Santa perché ci ottenga pace, amore e provvidenza. Nel Monastero c’è un salone alle cui pareti sono esposti tanti ex-voto offerti a S. Patrizia in segno di riconoscenza per i favori e le grazie ricevuti per intercessione della Santa. These cookies do not store any personal information. Patrizia”. Non è soltanto una frase fatta detta in modo leggera, ma è per il semplice caso che soltanto nella capoluogo partenopeo si contano ben 52 Santi e Compatroni a seguito di San Gennaro, che cooperano insieme senza distinzioni per il bene della città. La tradizione delle statuette del Santo in questione nacque, quindi, con il culto della dea Cerere e di Santa Patrizia, e la produzione degli artigiani locali di opere da offrire. Cosciente che nulla poteva scalfire il suo amore per Dio, fece ritorno a Costantinopoli: “E dissipò le sue ricchezze tra i poveri. Patrizia, morta il 25 Agosto del 685 d.C. e santificata nel 1625, è la Santa protettrice dei naviganti, delle partorienti, dei bisognosi e delle ragazze in cerca di marito che tutto l’anno si recano in pellegrinaggio sulla sua tomba sperando di ricevere un buon matrimonio. Avrebbe trovato asilo a Napoli insieme alla sua nutrice Aglaia e avrebbe visitato il Monastero dei Santi Nicandro e Marciano, sopra Caponapoli e da lei scelto come luogo della sua sepoltura. E’ giustificata così la devozione e la venerazione dei Vescovi, dei Sacerdoti che hanno lasciata integra tale tradizione liberandola da pie colorazioni che posteriori biografi hanno tentato di costruire intorno alla Giovane costantinopolitana, degna di essere considerata “Santa” specialmente per la povertà evangelica che esercitò fino alla morte. Secondo una leggenda, tramandata di generazione in generazione, l’uomo gravemente ammalato, avendo fatto visita al sepolcro della Santa, disperato per la sua malattia che lo condannava a una morte imminente, le strappò un dente molare. 46esima edizione del Gran Carnevale di Maiori (2019), Carnevale 2019 a Napoli: 5 feste da non perdere, Oh che bel castello, Marcondirondirondello .... L’esistenza della Santa, nipote di Costantino il Grande, fu breve. Due punti certi di riferimento ce ne danno testimonianza: -      il suo Corpo, custodito e venerato dal popolo e dalle Suore Crocifisse Adoratrici dell’Eucaristia nella Chiesa annessa al Monastero di S. Gregorio Armeno. Dente e sangue sono religiosamente custodite fino ai nostri giorni dalle Suore Crocifisse Adoratrici dell’Eucaristia, dette appunto «Patriziane». Per informazioni dettagliate sull’impiego dei cookie invitiamo a cliccare su "Scopri di più”. A Napoli fondò una sua comunità di preghiera e di aiuto ai bisognosi. Patrizia, morta il 25 Agosto del 685 d.C. e santificata nel 1625, è la Santa protettrice dei naviganti, delle partorienti, dei bisognosi e delle ragazze in cerca di marito che tutto l’anno si recano in pellegrinaggio sulla sua tomba sperando di ricevere un buon matrimonio. Le invasioni barbariche: Romani e barbari nel IV secolo d. C. Dolcificanti artificiali e bibite zero zuccheri: fanno male? Santa Patrizia. Morta poco tempo dopo il suo arrivo a Napoli, adempiendo le sue volontà venne sepolta presso il Monastero di Nicandro e Marciano, parte integrante del Complesso omonimo alla Santa ove si vide nascere l’ordine delle Patriziane: Aglaia e le altre ancelle annunziarono la visione, la giovane profetizzò quel luogo come sepolcro del mortale corpo.”. Santa Patrizia di Costantinopoli è la compatrona di Napoli che viene festeggiata ogni 25 agosto. Ciò denota che il culto verso la giovane “Patrizia” si impose così rigorosamente da cancellare gradualmente la memoria dei Santi Nicandro e Marciano (Martiri della Mesia) fino ad essere denominato unicamente: “Monastero di S. Patrizia”. La veneriamo ugualmente perché la sua storia è consegnata alla genuina e costante tradizione. Nel 1922, quando la Madre Fondatrice (Maria Pia della Croce) era già morta da 3 anni, la giovane Congregazione delle Suore Crocifisse Adoratrici dell’Eucaristia, portò una ventata di primavera e un’ardente di amore e ancora oggi non solo confezionano le ostie per la S. Messa, ma dirigono la scuola elementare “S. Tuttavia, quando si cammina sul filo di una solida tradizione ed emergono i lineamenti di una “Santa” non siamo autorizzati a ridimensionarla inesorabilmente fino a polverizzarne l’esistenza. La giovane, per sfuggire alle pretese familiari, si allontanò dalla sua terra natìa grazie all’aiuto e alla presenza della sua cara nutrice. Santa Patrizia era di origini bizantine: nata a Costantinopoli, discenderebbe dall’Imperatore Costantino II il Grande. Tanto forte era il flusso sanguigno, che le suore lo raccolsero in due ampolle, che ancora oggi lo custodiscono.

Scuola Sci Alta Valle Brembana, San Giovannino Raffaello, Collegio San Carlo Loop, Tanti Auguri Antonella Immagini, Nomi Propri Di Persona, Ade Acronimo Inglese, Le Religioni Nel Mondo Spiegate Ai Bambini, Di Cosa Fu Accusato Gesù, Soluzioni Indipendenti Caserta Parco Cerasole, Carlos Valdes Film E Programmi Televisivi, Meteo Am Terranuova Bracciolini,

0 Comments

www.iwanktv.club